martedì 27 agosto 2013

Breaking News... 27-8-13

"Beccati questo, Matt!"


Ultima ora: il prossimo CEO di Microsoft sarà Ben Affleck.


L'attore ha firmato oggi il contratto con il colosso di Redmond e subentrerà a Steve Ballmer fra un anno, quando l'ex numero 1 di Microsoft andrà in pensione.


E' un momento magico per il giovane attore e regista, recentemente scritturato dalla Warner Bros per il ruolo di Batman, in seguito all'abbandono di Christian Bale.



Affleck avrebbe dichiarato alla stampa: "Il mio più grande sogno finalmente si avvera: essere ricordato come l'uomo più odiato dei nostri tempi".


Dopodiché ha annunciato la nuova versione di Microsoft Office. La popolare suite ufficio ora girerà anche sui display delle macchinette del caffè "per aumentare la produttività dei lavoratori americani".

sabato 17 agosto 2013

Golden I

Nelle scorse settimane, man mano che monta l'hype per il nuovo iPhone, si è fatto un gran parlare di questa roba:

"L'idolo d'oro."

Da pochissimo poi, circolano queste immagini che dimostrerebbero la bontà di tali speculazioni:

"Taac!"

Trattasi della presunta scocca del nuovo iPhone (5S? 6? Nuovo iPhone? ...saperlo!) e, sì... É color oro. Manca ancora la serigrafia con la mela epperò sembra se non autentica, perlomeno plausibile.

Ma... un conto è fantasticare su un iPhone d'oro, un conto è metterlo davvero in cantiere: a chi si rivolge? Quale studio di mercato ha individuato in questo soggetto il trend setter che trascinerà masse di clienti finali negli Apple Store?

"Lo porto sempre al collo."

Banalmente mi viene da pensare che il vero target per l'iPhone d'oro sia il mercato cinese, dove la patacca 24K inguardabile va ancora alla grande (e quindi anche l'iWatch se mai uscisse potrebbe avere una variante gold?), con la possibile eccezione di tamarri aspiranti rapper, starlet di vario tipo, signori della droga, magnati russi e residuati degli anni '70 col borsello in finto bue, la catenazza Kunta Kinte e l'occhiale fumè...

"Io l'ho già ordinato, tu che aspetti?"

Quindi azzardo che l'iPhone d'oro potrebbe essere disponibile in Europa solo tramite ordinazione BTO (build to order) e di serie negli emergenti mercati asiatici, in cui Apple cerca di sfondare. Oppure no?

"Ne prendo due."

martedì 13 agosto 2013

Breaking Bad... Mai titolo fu più indicativo.

Grossomodo la mia reazione alla visione del 9º episodio della quinta stagione di Breaking Bad dopo quasi un anno di attesa:

giovedì 8 agosto 2013

(Ri)facciamoci del male: "Matrix" (1999).

"Arresto anche la caduta dei capelli"

Allora, ieri sera ho rivisto Matrix. Il primo. Niente seguiti universalmente considerati infami, no. Il primo. Quello vero. Quello osannato dai ggiovani (nel '99) che non avevano mai letto niente di cyberpunk o quelli che hanno smesso di guardare anime nel '79. Quello "bello"... Che mi aveva fatto abbastanza pena al cinema e che mi aveva fatto addormentare alla seconda visione in dvd.

Quindi dicevo: ieri sera ho rivisto Matrix dopo 13 anni. Me lo ricordavo peggiore, lo ammetto: rimane un filmetto assai sopravvalutato (come dimostra anche la scarsità di idee dei seguiti), con un paio di belle coreografie di botte effettate alla Cavalieri dello Zodiaco (muri che si sfondano, ecc.) e almeno una bella idea fantascienza (la storia delle coltivazioni di umani/duracell), ma fondamentalmente penalizzato da due errori "gravi".

1) Neo "l'eletto". La fantascienza messianica ha stufato già negli anni '70, figurarsi nel '99.
2) L'ideona delle duracell è sprecata se piazzata a mezz'ora dall'inizio del film. Come se George Taylor vedesse la statua della Libertà a metà de Il Pianeta delle Semmie, o come se Robert Neville scoprisse il doppiogioco di Ruth subito dopo averla trovata in Io Sono Leggenda. Lo sanno anche i sassi: se hai un'ideona del genere te la devi tenere per il finale.

Altre cose che ti fanno voglia di cambiare canale: il look tecnodark "sono fichissimo" con 'sti occhiali, che levati... Neo/Superman che vola via alla fine (qua ci scappano le risate isteriche), le pose alla Bruce Lee, il combattimento post-sono-l'eletto "mentre sbadiglio... scusa se mi faccio le unghie mentre cerchi di menarmi, Agente Smith", gli effetti sonori che spaziano dallo "swooosh" allo "swooom", tutti quei rallenty e tutto quel verde... Troppo verde... Insopportabilmente verde...

Cosa ricordavo peggio: il bullet-time, l'effetto più tamarro di sempre. Ce n'è meno di quanto ricordassi. Meno male.

Cosa si salva: Hugo Weaving, sempre e comunque.


"Tutto verde..."