venerdì 17 maggio 2013

Un Mandarino al giorno...


-- Attenzione --
-- Possibili spoiler --

"Se non è fico 'sto paio di occhiali non so proprio cosa lo sia..."

"Direi che abbiamo cercato di trovare un modo di mostrare un terrorista leggendario che alla fine del film fosse stato qualcosa di unico, un'idea originale o un modo per dirci qualcosa di utile.

Per me l'utilità del ritratto del Mandarino, in questo film, consiste nel fatto che ci permette in qualche modo di mostrare quanto le persone siano complici nel farsi terrorizzare. Le persone si fanno prendere dal terrore nello stesso modo in cui il pubblico si fa prendere da questo film. Penso sia un messaggio più interessante per un mondo moderno, perchè penso che molta della paura generata da bersagli evidenti e ovvi dovrebbe invece essere diretta, più intelligentemente, verso ció che questi bersagli nascondono". (Shane Black, regista di Iron Man 3).

La scelta di mostrare un Mandarino così diverso dal fumetto, in Iron Man 3, è a mio avviso l'idea più originale e intelligente di tutto il film. A prescindere dall'interpretazione gigionesca e divertentissima di Ben Kingsley che davvero ruba la scena a Robert Downey Jr., l'idea di mostrare un super terrorista alla Bin Laden che in realtà è il burattino nelle mani di un individuo apparentemente normale (a parte i miliardi di dollari, inteso) è assolutamente azzeccata.

La grande trovata è quella di far credere allo spettatore (in particolar modo al fanboy, vedi anche la fantomatica organizzazione dei 10 anelli), almeno fino alla rivelazione della vera identità del personaggio, che si tratti in qualche modo di una versione aggiornata di quello del fumetto: anziché un pericolosissimo villain asiatico, una altrettanto pericoloso terrorista islamico.

Ma è solo un depistaggio.

Alla fine il male si cela in casa propria.

A sproposito... Questo film si aggiudica il premio Supercoolmanchu per il numero di occhiali da sole fichissimi che vengono sfoggiati e per i titoli di coda stile serie tv primi anni '80. 'Nuff said.




Nessun commento:

Posta un commento